La Cerchia dei Canali e il Plantage

2° GIORNO AD AMSTERDAM – sabato 15 settembre 2012 (parte 2)

Dedichiamo il pomeriggio al giro in battello nella Cerchia dei Canali, con la Blue Boat Company. Tra le varie tipologie di tour proposte, scegliamo la City Canal Cruise della durata di 75 minuti e inclusa nella I Amsterdam City Card. L’imbarco è nei pressi di Stadhouderskade 30, lungo il Singelgracht, e il battello è davvero confortevole, con vetrate, tavolini e poltrone per mettersi comodi e godersi Amsterdam dai suoi canali.

Giro in battello nella Cerchia dei Canali

La Cerchia dei Canali di Amsterdam o Grachtengordel è stata costruita nel XVII secolo e forma un semicerchio intorno al nucleo storico della città, racchiuso nella Oude Zijde e Nieuwe Zijde. Durante il tour attraversiamo i canali che formano gli anelli concentrici della cerchia: il Singel, il canale più vicino al centro storico e il più antico, che sfocia nella baia di IJ alle spalle della Stazione Centrale; l’Herengracht (Canale del Signore), costeggiato dalle case di famiglie benestanti, che hanno la scalinata all’ingresso e una facciata di almeno quattro finestre, ben visibili all’altezza del “Gomito d’Oro”; il Keisergracht (Canale dell’Imperatore); il Prinsengracht (Canale del Principe)il canale più lungo della città; e il Singelgracht, il canale più esterno della cerchia, che abbraccia i canali precedenti e sfocia nella baia di IJ. L’area della Cerchia dei Canali avvolta dal Singelgracht è dichiarata Patrimonio dell’UNESCO.

Eleganti dimore lungo il Prinsengracht

Navigazione lungo il Keisergracht

Il battello arriva fino alla baia di IJ per poi rientrare nella Cerchia dei Canali. Vediamo anche i canali trasversali, che tagliano quelli concentrici formando una raggiera lungo la cerchia, come il Leidsegracht, che era attraversato dalle chiatte provenienti da Leiden, il Bloemgracht (Canale dei Fiori), che ospitava produttori di vernici, e il Brouwersgracht (Canale dei Birrai), che ospitava produttori di birra e magazzini. Per maggiori informazioni su orari, tipologie di tour e costi: www.blueboat.nl/index_en.html.

Veduta del Blauwbrug rientrando nella Cerchia dei Canali dalla baia di IJ

Ritorniamo con il tram 24 nei pressi di Piazza Rembrandt per andare a mangiare il famoso panino con la crocchetta di Van Dobben, convenzionato con la I Amsterdam City Card. Questo locale è un piccolo sandwichbar, che si trova in Korte Reguliersdwarsstraat, e propone diversi tipi di panini in un ambiente spartano. Il panino con la crocchetta e quello con il roast beef sono molto buoni, ma, come avevo letto, il personale storce il naso ai clienti muniti della City Card, perchè hanno diritto ad un panino gratis!

Insegna di Van Dobben

Ci spostiamo nella zona del Plantage, che significa “piantagione”. In passato era un quartiere al di fuori delle mura cittadine, ma, in seguito all’aumento della popolazione, è diventato un quartiere residenziale. Qui si trova il complesso dell’Artis, un grande spazio verde e il più antico zoo dell’Olanda, che include l’Anfibiario, il Rettilario, l’Insettario, l’Acquario, il Planetario, il Museo Geologico e quello Zoologico. Nello zoo ci sono oltre 45.000 specie animali, che attirano molte famiglie con i bambini. Anche a noi è piaciuto molto e penso che per gli appassionati del mondo degli animali valga davvero la pena trascorrere un po’ di tempo in questa oasi naturale. L’ingresso è incluso nella I Amsterdam City Card e la visita può durare anche mezza giornata! Per maggiori informazioni su orari e costi: http://bit.ly/2rqy669.

Coccodrilli all’Artis

Elefanti all’Artis

Nel quartiere del Plantage si trova uno dei sei mulini a vento rimasti in città, il Mulino De Gooyer, costruito nel 1725. Vicino al mulino c’è il birrificio Brouwerij’t IJ, dove si può assaggiare una delle tante birre prodotte oppure fare un tour con degustazione accompagnata da prodotti locali, come salumi e formaggi. Il birrificio è aperto dalle h15.00-20.00 tutti i giorni, ma le visite guidate sono solo nel weekend. Al nostro passaggio i tavoli all’aperto sono molto affollati, quindi decidiamo di non fermarci. Per chi fosse interessato, nel quartiere si trova anche il Museo Marittimo Olandese.

Mulino De Gooyer

Birrificio Brouwerij’t IJ

Rientriamo in albergo a risposarci un po’ prima della cena prenotata alle h21.30 al De Struisvogel, un ristorantino caratteristico, che fa cucina olandese, e situato nella cantina di una casa in Keisergracht 312. Il ristorante propone un menù fisso a tre portate al costo di 25,00 euro a persona, bevande escluse, e si mangia molto bene! Vi consiglio di prenotare in anticipo, perchè i posti sono limitati.

Ristorante de Struisvogel

Prese dalla piacevole serata, perdiamo di vista l’orario e ci tocca aspettare alla Stazione Centrale l’autobus notturno 348, che passa ogni ora, arrivando in albergo alle 02.00!

About the Author

Viaggiconme
Author with 69 posts
More about Viaggiconme

Mi chiamo Silvia e amo viaggiare. Dopo tanti bellissimi viaggi fai da te, è diventata sempre più forte la mia voglia di condividere la ricchezza e l'esperienza che ogni viaggio mi regala: nasce così ViaggiConMe. ViaggiConMe condivide tutto ciò che un viaggio può ispirare: racconti, immagini, riflessioni, emozioni, citazioni, notizie, consigli e soprattutto la voglia di andare.

Related Articles

Leave a Comment

About me

I prossimi viaggi

Agosto 2017 - Perù