Parte Nuova (Nieuwe Zijde)

2° GIORNO AD AMSTERDAM – sabato 15 settembre 2012 (parte 1)

Dopo colazione, riprendiamo il nostro autobus 22 fino alla stazione centrale e percorriamo a piedi la via Damrak, che porta a Piazza Dam, entrando nel cuore della Parte Nuova o Nieuwe Zijde. Nonostante il nome lasci pensare ad una zona moderna, la Nieuwe Zijde non ha nulla di moderno, se non i brand esposti nelle vetrine dei negozi che ospita. La Nieuwe Zijde confina con la Oude Zijde o Parte Vecchia, conservandone l’intreccio di viuzze con le case tradizionali alte e strette, ma lasciando spazio anche a strade commerciali, istituzioni finanziarie, come la borsa dei valori, ed importanti teatri.

Kalverstraat nella Nieuwe Zijde

Lungo la via Damrak incontriamo pochissima gente, i locali danno qualche segnale di risveglio, ma la città sembra ancora addormentata dopo il fervore del venerdì sera. Qui non passa inosservata la piccola insegna del Sex Museum, uno dei primi musei dedicati all’arte del piacere.

Sex Museum in Damrak

Arriviamo in Piazza Dam, la piazza più celebre della città e una delle più antiche, risalente al XIII secolo. Il nome della piazza deriva dalla diga o dam, che nel 1200 era qui costruita. Sulla piazza si affacciano il Palazzo Reale o Koninklijk Paleis, risalente al 1648 e ancora utilizzato dalla famiglia reale in occasione di visite importanti, il museo delle cere di Madam Tusseau Scenerama, il Monumento Nazionale, un obelisco dedicato ai caduti della seconda guerra mondiale, e la Chiesa Nuova o Nieuwe Kerk, che decidiamo di visitare.

Madam Tusseau Scenerama in Piazza Dam

Piazza Dam alle mie spalle

La Nieuwe Kerk risale al XV secolo, ma la struttura attuale, rimasta fedele allo stile gotico originale, è del XVII secolo. L’interno è spoglio, tipico dello stile protestante, ma presenta alcuni elementi decorativi degni di nota. Si distinguono un bellissimo pulpito in legno intarsiato, eleganti lampadari in ottone, l’organo del 1645 e la parte riservata al coro, separata dal resto della chiesa da un cancello dorato, davanti alla quale sono stati celebrati molti matrimoni reali e tutti i sovrani d’Olanda sono stati incoronati a partire dal 1814. E’ presente anche un negozio di souvenir e al momento della nostra visita, nel centro della chiesa, era allestito un palco per proiezioni. L’ingresso è incluso nella I Amsterdam City Card e per maggiori informazioni su costo e orari: www.nieuwekerk.nl/en.

Pulpito di legno intarsiato nella Nieuwe Kerk

Superiamo il Palazzo Reale e raggiungiamo il Singelgracht per salire sul ponte Torensluis, uno dei più larghi di Amsterdam: la sua ampiezza offre spazio ai tavolini dei caffè, che lo popolano ogni giorno! Alle spalle del Palazzo Reale vediamo anche un edificio in mattoni rossi, il Magna Plaza, che fu adibito ad ufficio delle poste fino al 1854 e che oggi è un centro commerciale.

Ponte Torensluis

Ritorniamo in Piazza Dam e proseguiamo in Kalverstraat, la principale via dello shopping della città, piena di gente e negozi, l’ideale per concedersi qualche acquisto. Se lo shopping vi annoia e siete più inclini a visitare i musei, qui vicino si trova l’Amsterdams Historiche Museum, il museo storico della città. E se neanche i musei fanno al caso vostro, provate con qualche spettacolo teatrale nelle vicina via Nes, l’antica via dei teatri. Percorrendo Kalverstraat fino alla fine, arriviamo alla Muntplein, la piazza con la Torre della Zecca o Munttoren, che faceva parte di una delle porte medievali della città e ospitò nel XVII secolo la zecca, da cui prese appunto il nome.

Kalverstraat piena di gente e negozi

Munttoren

La Muntplein segna il confine tra la Parte Nuova e la Cerchia dei Canali Est, dove troviamo il Bloemenmarkt, il mercato galleggiante dei fiori. Oggi le bancarelle che galleggiano sul Singelgracht sostituiscono le imbarcazioni dei vivaisti che un tempo risalivano il canale per vendere fiori e piante. Nel mercato galleggiante si trovano tantissimi bulbi di tulipani, che ovviamente non ci facciamo sfuggire, ritrovandomi sulle spalle uno zaino pesantissimo! Questo è infatti uno dei posti migliori di Amsterdam in cui acquistare i bulbi di tulipani.

Bloemenmarkt

Il nostro tour prosegue nella Cerchia dei Canali Est, dove ci imbarchiamo per il giro con il battello, ma vi racconto tutto nel prossimo post!

About the Author

Viaggiconme
Author with 69 posts
More about Viaggiconme

Mi chiamo Silvia e amo viaggiare. Dopo tanti bellissimi viaggi fai da te, è diventata sempre più forte la mia voglia di condividere la ricchezza e l'esperienza che ogni viaggio mi regala: nasce così ViaggiConMe. ViaggiConMe condivide tutto ciò che un viaggio può ispirare: racconti, immagini, riflessioni, emozioni, citazioni, notizie, consigli e soprattutto la voglia di andare.

Related Articles

Leave a Comment

About me

I prossimi viaggi

Agosto 2017 - Perù