In treno nella Hill Country: l’arrivo a Kandy

6° GIORNO IN SRI LANKA – domenica 07 agosto 2016 (parte 2)

Quella che collega Nanu Oya a Kandy è l’ultima tratta che percorriamo in treno. Anche se abbiamo i biglietti in seconda classe riservata, il viaggio sulla porta della carrozza con le gambe a penzoloni rimane un must. Nelle quattro ore di tragitto il paesaggio attraverso la Hill Country cambia, andando da 1800 m a 500 m: passiamo da montagne e piantagioni di thè a villaggi immersi nella foresta tropicale fino a piccole cittadine, arrivando a Kandy, una vera e propria città.

Paesaggio dal treno verso Kandy

In treno verso Kandy

Stazione nel tragitto in treno verso Kandy

La stazione di Kandy è grande, a conferma del fatto che sia un importante centro urbano e punto di snodo dell’isola. All’uscita prendiamo 2 tuk tuk per raggiungere la guesthouse The Views Kandy, che, come suggerisce il nome, si trova su una collina, offrendo una vista meravigliosa su due lati della città. La casa è enorme e con un bellissimo giardino: si capisce che appartiene ad una famiglia benestante. Ad accoglierci c’è Anoja, la padrona di casa, accompagnata da un ragazzino minuto, il suo domestico. Come sempre, prima di entrare in casa, lasciamo le scarpe fuori dalla porta.

The Views Kandy

Veduta su Kandy dal The Views Kandy

Kandy è stata l’ultima capitale del regno singalese, che cadde nelle mani degli inglesi nel 1815, e oggi è la seconda città più importante dello Sri Lanka, dopo Colombo: i marciapiedi, le vie trafficate, l’ampia scelta di negozi e di locali per mangiare, anche per i gusti occidentali, ne delineano il carattere urbano, differente dai centri più piccoli visti fino ad ora. Kandy è anche la prima città dello Sri Lanka per importanza spirituale, perchè custodisce la reliquia del Sacro Dente di Buddha, riposta nel Sri Dalada Maligawa o Tempio del Sacro Dente di Buddha, e ospita ogni anno la festività buddhista più importante del paese, l’Esala Perahera. Noi siamo venuti a Kandy in questi giorni proprio per assistere al primo giorno dell’Esala Perahera, che cade nei 10 giorni che precedono il plenilunio del mese di Nikini, durante il mese di Esala.

Dopo un po’ di relax nelle stanze confortevoli della guesthouse, andiamo in centro a piedi. Percorrendo la via principale, arriviamo nei pressi del Tempio del Sacro Dente di Buddha, che è circondato da quattro templi devale, dedicati alle divinità guardiane dello Sri Lanka devote a Buddha: Natha Devale, Pattini Devale, Vishnu Devale e Kataragama Devale, leggermente più spostato rispetto agli altri tre.

Entriamo nel Natha Devale, dove è già in corso la processione che precede il giorno di inizio dell’Esala Perahera, che avviene in ciascuno dei quattro templi devale. Molte persone sono vestite di bianco e si raccolgono in preghiera trasportate dalla forte spiritualità che questi templi emanano. Entriamo anche nel vicino Pattini Devale, più piccolo, dove alcuni fedeli pregano davanti all’altare della dea. Nelle parti sacre dei templi si entra senza scarpe, solo che spesso è incluso anche il cortile con la terra…vi lascio immaginare il colore dei nostri piedi o calzini al termine della visita! Nelle strade tra un tempio e l’altro sono legati gli elefanti, che mangiano e si riposano, in attesa di sfilare il giorno successivo per l’Esala Perahera.

Processione al Natha Devale

Fedeli in preghiera al Natha Devale

Preghiera al Pattini Devale

Elefante vicino al Tempio del Sacro Dente di Buddha

Passeggiamo lungo la via principale, dove si trovano diversi negozi e locali, in cerca di un posto per la cena. Optiamo per il Devon Restaurant, uno dei pochi con la cucina ancora aperta, dove c’è il piano bar e lo schermo che proietta le olimpiadi. Il posto è grande e i miei noodles sono buoni, ma resta confermato che sia meglio mangiare nelle guesthouse. Dopo cena, riprendiamo i tuk tuk fino alla guesthouse per prepararci alla giornata di domani che ci porterà alla scoperta di Kandy, dei Giardini Botanici di Peradeniya e dell’Esala Perahera.

INFORMAZIONI PRATICHE

  • Costo del viaggio in treno da Nanu Oya a Kandy in 2° classe riservata: 600 Rs/persona, durata del viaggio 4.00h (h12.00-16.00). I biglietti dei 3 viaggi in treno sono stati prenotati dal driver Amitha De Silva, contattato dall’Italia, saldando in loco la spesa dell’acquisto anticipato.
  • Costo totale di 2 tuk tuk dalla stazione di Kandy alla guesthouse: 1000 Rs.
  • Abbiamo alloggiato alla guesthouse The Views Kandy al costo totale di 309.00 euro per 3 camere doppie per 2 notti, con colazione e cena escluse. La casa è molto bella e pulita, la migliore della vacanza. Vi consiglio di provare una cena in casa, perchè Anoja è un’ottima cuoca e saprà deliziarvi con piatti di cucina tradizionale di qualità.
  • Le processioni nei singoli templi devale il giorno prima dell’Esala Perahera iniziano verso le h18.00 e per entrare nelle parti sacre dei templi bisogna togliersi le scarpe e coprirsi gambe e spalle.
  • Costo della cena al Devon Restaurant: 1470 Rs/persona. In città c’è un’ampia scelta di posti per la cena e il dopocena, ma abbiamo riscontrato che spesso la cucina chiude tra le h21.00-22.00. Vi segnalo il Licensed to Grill per un hamburger take away e l’Old Empire Cafè per una cena.
  • Costo totale di 2 tuk tuk dal centro città alla guesthouse: 800 Rs.
  • Moneta locale: la moneta dello Sri Lanka è la Rupia dello Sri Lanka (tasso di cambio indicativo: 1,oo euro = 162,00 Rs).

About the Author

Viaggiconme
Author with 69 posts
More about Viaggiconme

Mi chiamo Silvia e amo viaggiare. Dopo tanti bellissimi viaggi fai da te, è diventata sempre più forte la mia voglia di condividere la ricchezza e l'esperienza che ogni viaggio mi regala: nasce così ViaggiConMe. ViaggiConMe condivide tutto ciò che un viaggio può ispirare: racconti, immagini, riflessioni, emozioni, citazioni, notizie, consigli e soprattutto la voglia di andare.

Related Articles

Leave a Comment

About me

I prossimi viaggi

Agosto 2017 - Perù