Snorkelling a Pulau Menjangan

2° GIORNO A BALI – domenica 9 agosto 2015

Si riprende con le sveglie mattiniere: alle h08.00 partiamo per la gita all’isola di Pulau Menjangan nel Parco Nazionale di Bali Barat, dopo una buona colazione a base di tè, banana fritta e frutta fresca. Abbiamo prenotato l’escursione via mail dall’Italia tramite Komang, il proprietario della nostra guesthouse, al costo di 650,000 Rp per 6 persone, inclusivo di noleggio dell’attrezzatura, trasporto all’imbarco, snorkelling e pranzo.

20150809_131158Il driver ci porta quindi al negozio per il noleggio di maschera, boccaglio e pinne, per poi proseguire verso il punto di imbarco, dove troviamo tante altre persone dirette a Pulau Menjangan. L’isola è infatti adatta sia per fare snorkelling sia per fare immersioni, avendo diversi punti ideali per entrambe le attività. E’ ovvio, quindi, che è un’escursione molto gettonata e, se pensate di nuotare da soli tra i pesci nel silenzio del mare, non è il posto giusto. In generale, dovunque andrete a Bali troverete sempre mille altri turisti.

Saliamo su una delle tante barche blu in legno, dove dal tetto pende una rete per mettere gli zaini, in modo che non si bagnino. Il nostro gruppo è di circa 20 persone. Lasciamo lentamente il piccolo porticciolo, andando pian piano verso il mare aperto. La barca segue dolcemente il movimento delle onde e intorno a noi, seppur distanti, compaiono le altre barche cariche di gente.

La traversata dura circa 45 minuti e poi si arriva al primo punto per lo snorkelling. Entriamo in acqua e la barca si sposta verso la postazione d’arrivo, che noi dobbiamo raggiungere a nuoto: non ci resta dunque che nuotare! La barriera corallina è impressionante: da un lato lo strato di coralli e anemoni rasenta la superficie dell’acqua; dall’altro la parete rocciosa scende verso il blu profondo. Visto che l’oscurità mi fa una certa impressione (sia mai che sbuchi uno squalo!), nuoto il più possibile adesa alla parete rocciosa, evitando di tagliarmi con qualche corallo. Jessica nuota di fianco a me, mentre gli altri più temerari si lanciano alla scoperta dei fondali. Per fortuna uno dei giovani indonesiani alla guida della barca nuota con noi, facendoci strada. Cerco di non perderlo mai di vista, anche se il mio sguardo è catturato dai mille pesci colorati che si insinuano tra i coralli e dalle enormi stelle marine.

Dopo circa un’ora arriviamo alla barca e risaliamo per il pranzo. In generale, fate attenzione a non perdere di vista il vostro gruppo, perché, essendoci tanta gente, è facile confondersi e salire sulla barca sbagliata. Il pranzo è a base di Mie Goreng, accompagnati da un uovo fritto. E’ tutto buono, ma non riesco a gustarmelo: mi sento gonfia e infreddolita dal tempo trascorso in acqua, avendo beccato l’unica giornata nuvolosa. Intanto la barca si sposta al secondo punto per lo snorkelling. Finalmente un po’ di riposo prima di rientrare…non faccio in tempo a pensarlo che ci fanno scendere di nuovo. In pratica abbiamo mangiato in un quarto d’ora e poi ancora in acqua! Per quanto meravigliosa sia la natura di questo posto, la seconda ora è difficile, perché ho veramente freddo.

Ritorniamo verso il porto e decidiamo di trascorrere il pomeriggio nella spiaggia di Pemuteran, nel relax più totale…o quasi, dal momento che un attacco improvviso di dissenteria si impadronisce del mio intestino! Per fortuna dopo questo episodio, non ho più avuto problemi per il resto della vacanza.

20150809_175122Sulla spiaggia si affacciano dei bellissimi resort e alle nostre spalle si innalzano le montagne ricoperte dalla folta vegetazione tropicale. Stendiamo i teli sulla sabbia nera e in due minuti tutti russano…tranne me: mi godo questo momento di pace assoluta. Al risveglio si presenta un leggero languorino e approfittiamo dei tanti resort per fare un aperitivo: birra, pizza, spiaggia, tramonto, Bali. Uno dei momenti più belli. Vi starete chiedendo che c’entra la pizza? L’abbiamo vista passare come un miraggio, dopo giorni di astinenza, e non abbiamo resistito. Era anche buona!

Torniamo verso la guesthouse per prepararci alla cena. Domani continuiamo ad esplorare Bali in direzione di Ubud.

 

About the Author

Viaggiconme
Author with 69 posts
More about Viaggiconme

Mi chiamo Silvia e amo viaggiare. Dopo tanti bellissimi viaggi fai da te, è diventata sempre più forte la mia voglia di condividere la ricchezza e l'esperienza che ogni viaggio mi regala: nasce così ViaggiConMe. ViaggiConMe condivide tutto ciò che un viaggio può ispirare: racconti, immagini, riflessioni, emozioni, citazioni, notizie, consigli e soprattutto la voglia di andare.

Related Articles

Leave a Comment

About me

I prossimi viaggi

Agosto 2017 - Perù