I batik indonesiani

Prima di conoscere l’Indonesia, non sapevo esattamente cosa fosse un batik. D’altra parte, viaggiare serve soprattutto ad imparare. E in questo caso sarebbe stato impossibile non conoscere un batik, prima o poi l’avrei incontrato per forza. Infatti, anche senza ricorrere a ricerche di mercato, posso dire che il batik è uno dei prodotti più commercializzati di tutta Java, e forse dell’intera Indonesia!

Quindi, cos’è un batik?

Batik makingIl batik è una stoffa, solitamente di cotone, decorata con una particolare tecnica, che viene usata soprattutto per fare abiti e quadri. E’ una tecnica molto antica e servono anni di preparazione per poter produrre un batik. Per prima cosa viene fatto il disegno del batik sul tessuto inizialmente bianco. Il contorno del disegno viene poi ripassato con la cera (klowongnelle parti che non si vogliono colorare, su entrambi i lati. La cera infatti impedisce al colore di penetrare nel tessuto. La copertura con la cera può essere fatta a mano, con un tipico strumento chiamato tjanting, o tramite uno stampo. La stoffa viene poi immersa nella tinta, per esempio il blu, e la cera viene rimossa. In questo modo si otterranno delle parti bianche (tembokan), cioè quelle che erano ricoperte con la cera, su sfondo blu.

Per creare un batik a più colori, si rimette la cera sulle parti dove il nuovo colore non deve penetrare (quindi saranno alcune parti bianche e alcune parti blu) e si immerge nella seconda tinta, ripetendo il procedimento per tutti i colori previsti. I colori tradizionalmente usati sono blu, marrone e giallo.

20150803_145958Gli abiti di batik, come ad esempio i sarong, sono caratterizzati da una simbologia che si ripete su tutto il tessuto, mentre i quadri di batik rappresentano principalmente la natura e scene di vita quotidiana. I quadri in batik sono molto belli, hanno tinte accese e disegni profondi, che a volte parlano più di una fotografia, anche se l’immagine è solo una sagoma della realtà.

A Java e a Bali ci sono molte gallerie, fabbriche e negozi di batik ed è impossibile andarsene senza averne acquistato almeno uno, che sia un quadro o un sarong!

I prezzi per i quadri di batik sono variabili: indicativamente quelli piccoli (30X30 cm) costano circa 150.000 Rp (circa 10,00 euro), quelli di media grandezza (50×70 cm) costano circa 600.000 Rp (circa 40,00 euro) e quelli più grandi di 1 m da 1.200.000 Rp (80,00 euro). Ovviamente se sono fatti a mano valgono di più, ma non è semplice capire la differenza. Inoltre, i venditori sono sempre ben disposti a contrattare, quindi riuscirete sicuramente a fare ottimi affari!

About the Author

Viaggiconme
Author with 69 posts
More about Viaggiconme

Mi chiamo Silvia e amo viaggiare. Dopo tanti bellissimi viaggi fai da te, è diventata sempre più forte la mia voglia di condividere la ricchezza e l'esperienza che ogni viaggio mi regala: nasce così ViaggiConMe. ViaggiConMe condivide tutto ciò che un viaggio può ispirare: racconti, immagini, riflessioni, emozioni, citazioni, notizie, consigli e soprattutto la voglia di andare.

Related Articles

Leave a Comment

About me

I prossimi viaggi

Agosto 2017 - Perù