Il West End: Carnaby Street, Trafalgar Square, Buckingham Palace e Parliament Square

3° GIORNO A LONDRA – domenica 29 marzo 2015

Oggi piove. Chiudiamo le valige, che lasciamo alla reception, e usciamo incappucciati per la nostra ultima giornata londinese, dedicata al West End.

Anziché la solita metro, optiamo per il bus N°10 a due piani, che ci aspetta al terminal di Hammersmith e che in 35 minuti ci porta ad Oxoford Circus. Da qui proseguiamo per Carnaby Street, nel quartiere di Soho, che è diventata popolare negli anni 60’ per le boutique di abbigliamento e i negozi di musica. Oggi ospita ancora molti negozi di abbigliamento e c’è anche un negozio della catena Pylones che vende originali accessori per la casa. Ovviamente di domenica sono quasi tutti chiusi!

Oxford Circus

Carnaby Street

Continuiamo verso Regent Street, in cui si affacciano eleganti vetrine degli anni ’20, dietro le quali hanno preso il sopravvento i negozi delle grandi catene. Molto bella la vetrina della Apple! Percorrendo Regent Street arriviamo in Piccadilly Circus, dove ci fermiamo a comprare qualche souvenir, per poi proseguire verso Trafalgar Square.

Trafalgar Square è l’enorme piazza nel centro di Londra, che commemora la vittoria degli inglesi nella battaglia di Trafalgar del 1805. In mezzo alla piazza ci sono due magnifiche fontane e si innalza a 52m di altezza la colonna sormontata dalla statua dell’ammiraglio Nelson. Agli angoli della piazza ci sono quattro piedistalli, di cui tre sono sormontati da statue di personaggi militari, mentre il quarto è dedicato all’esposizione temporanea di opere di arte moderna. Trafalgar Square è dominata nel lato nord dalla National Gallery, che raccoglie i dipinti di molti pittori famosi di diverse epoche ed è ad ingresso gratuito, con la possibilità di noleggiare l’audioguida. Inoltre, sotto la facciata si radunano spesso artisti di strada per intrattenere i passanti più curiosi. Nel lato sud-ovest si trova l’Admiralty Arch, del 1910 dedicato alla regina Vittoria, che dà inizio al The Mall, il lungo viale che collega Trafalgar Square a Buckingham Palace.

Trafalgar Square

Dettaglio di una fontana di Trafalgar Square

La pioggia inizia a diventare sempre più intesa, ma noi non demordiamo, e percorriamo a piedi il Mall per arrivare davanti ai cancelli di Buckingham Palace. Purtroppo ci siamo persi il cambio della guardia e non ci resta che dare qualche occhiata dentro il cortile, cogliendo di tanto intanto il movimento delle guardie apparentemente immobili e sperando invano che qualche componente della famiglia reale si affacci ad una finestra! Il palazzo è stato costruito agli inizi del 1700 e oggi è la sede amministrativa della monarchia. Presenta 775 stanze e in alcuni periodi dell’anno possono essere visitate le State Rooms, che sono 19. Nella piazza di fronte al palazzo c’è un memoriale dedicato alla regina Vittoria, la prima che si trasferì a Buckingham Palace nel 1837. Ero già stata qui a fine maggio e il clima era decisamente diverso: in primavera la piazza diventa un’esplosione di colori grazie alle composizioni di fiori ordinatamente disposte nelle aiuole, che sembrano vere opere d’arte.

Buckingham Palace

Lasciamo Buckingham Palace per andare verso Parliament Square, passando attraverso il St James Park. Purtroppo continua a piovere a dirotto e ci si mette anche il vento…che ffredddoo!!Quando non piove il parco è un piacevole luogo di relax, dove si può prendere il sole, immergendosi nel verde degli alberi e dei cespugli fioriti, o passeggiare, imbattendosi in qualche scoiattolo e anatra ai bordi del laghetto.

Visto che il tempo non ci da pace, andiamo rapidamente in Parliament Square. Qui si erge l’elegante Palace of Westminster con la sua torre dell’orologio del 1858, meglio nota come il Big Ben, accarezzato alle spalle dal Tamigi. La parte più antica del palazzo è la Westminster Hall, che risale al 1099. Nel palazzo di Westminster risiedono la House of Commons (Camera dei comuni) e la House of Lords (Camera dei Lord). Si possono fare audio tour, visite guidate o assistere ai dibattiti dei parlamentari e per maggiori informazioni: http://www.parliament.uk.

Big Ben

In Parliament Square si può ammirare anche la Westminster Abbey, che custodisce le tombe di molti sovrani inglesi fino a Giorgio II (1760) e qui sono stati incoronati quasi tutti i sovrani inglesi a partire da Guglielmo il Conquistatore (1066). Come molti già sanno, qui si sono sposati il Principe William e Kate Middletone. La struttura originale del XI secolo è in stile romanico, a cui hanno fatto seguito una serie di rimaneggiamenti in stile gotico fino all’attuale struttura. Per maggiori informazioni: http://www.westminster-abbey.org.

Ormai fradici, non ci resta che trovare un po’ di ristoro in un caldo pub. Andiamo quindi al The Albert in Victoria Street, un caratteristico English pub del 1862 con tradizionali interni in legno. Oltre ad essere molto bello, si mangia anche bene: abbiamo preso Fish&Chips e Taylor Walker Steak & Ale Pie, entrambi molto gustosi!

The Albert Pub

Torniamo tristemente all’appartamento di Hammersmith per recuperare le valige e andiamo a Victoria Station, dove alle h17.20 ci aspetta il pullman per l’aeroporto di Stansted. Per vostra info ho preso i biglietti del Terravision (London Victoria -> Stansted) in anticipo al sito http://www.terravision.eu/italiano, pagandoli 5£ l’uno.

Visto che il buongiorno si vede dal mattino, e la giornata è partita proprio male in quanto a meteo, non poteva che concludersi con un ritardo di 1.30h sul volo di rientro di Ryanair programmato per le h20.05-23.05.

Stanchi, infreddoliti, ma felici, concludiamo così questo lungo weekend londinese, che ci ha fatto imparare tanto e che mi ha fornito spunti per le visite future.

Come previsto, i miei compagni di viaggio sono rimasti molto contenti dalla loro prima volta nella capitale inglese, perché Londra non delude mai e stupisce ogni volta.

Bye Bye Londra, ci vediamo presto!

About the Author

Viaggiconme
Author with 69 posts
More about Viaggiconme

Mi chiamo Silvia e amo viaggiare. Dopo tanti bellissimi viaggi fai da te, è diventata sempre più forte la mia voglia di condividere la ricchezza e l'esperienza che ogni viaggio mi regala: nasce così ViaggiConMe. ViaggiConMe condivide tutto ciò che un viaggio può ispirare: racconti, immagini, riflessioni, emozioni, citazioni, notizie, consigli e soprattutto la voglia di andare.

Related Articles

Leave a Comment

About me

I prossimi viaggi

Agosto 2017 - Perù